3 commenti

  1. Giovanna Lauretta

    Sono perfettamente d’ accordo
    Bisogna avere in questo momento
    Delicato e difficile buon senso ed ognuno di noi fare la nostra parte di collaborazione
    Io dott, Paolo Botti ho mia figlia che vive a Modena e la mia nipotina e a Bologna e non si potra muovere fino a nuove disposizioni..bisogna attenersi a tutte le
    Regole e collaborare solo cosi si riuscira’
    A finire questo incubo siamo positivi e pieni di energia uniti insieme ce la faremo grazie un caro saluto Giovanna Lauretta…

  2. Giuliana

    Grande stima per te , caro Paolo. Condivido ogni tua parola. Purtroppo, l’irresponsabilità dei molti è alimentata dalla scarsa autorevolezza dei preposti alla gestione dell’ attuale crisi. Non è il momento delle polemiche politiche, ma credo che sarebbe un errore non svolgere una buona successiva analisi, senza sconti e ipocrisie da politicamente corretto. Questo è un Paese in cui la classe dirigente ha dimenticato cosa voglia dire ” responsabilità ” : non l’ha praticata e non l’ha insegnata. Perché il popolo dovrebbe capire ! Si può capire , per esempio, perché il Forlanini è ridotto a un rottame saccheggiato e fatiscente? perché non è dato sapere chi siano i responsabili dello scempio di un bene pubblico che era in eccellenza e perché non ne rispondano? E se chi è al comando non spiga enon impedisce questo ed altri gravi danni alla comunità perché , dopo, dovrebbe essere creduto ? Siamo al ” si salvi chi può ” : individualismo di chi fondalmente si sente lasciato a se stesso. Il popolo che non ha guida credibile ( e per guida non intendo una dittatura ) è allo sbando … chissà perché mi sovviene una data: 8 settembre! Ma non è la sola. Grazie per questo tuo blog caro Paolo!

    • PaoloBotti

      Grazie a te per la stima (peraltro assolutamente ricambiata e lo sai) e anche perché perdi tempo a leggere il mio blog.
      A dopo il 4 aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.